“Una voce per Sanremo” a Casale

81

Francesco Dionigi

Giovanissima ma con una estensione e un tono vocale apprezzabili che ha strappato applausi convinti tra gli spettatori del concorso canoro “Una voce per Sanremo in Tour”, edizione 2014, svoltasi sabato sera, nel teatro Carlo Rossi di piazza del Popolo a Casalpusterlengo.

Greta Lamay, piccola ragazza bionda in abito bianco («da sposa» ha detto la bella Giulia presentatrice della serata)si è aggiudicata la tappa casalese del concorso e l’accesso alla semifinale del concorso che avrà luogo il 6 ottobre prossimo al teatro Ariston di Sanremo.

Greta ha interpretato due diversi brani, uno di Mina Fiume Azzurro ( la cantante nazionale ha una estensione vocale di 3 ottave rispetto alle persone “normali” che hanno quasi due ottave)e I Surrender di Celine Dion che ha fatto scattare il pubblico in piedi tributandogli un grande applauso.

La giuria di qualità del concorso, che si è avvalso dell’organizzazione tecnica dall’agenzia Raolb Eventi di Milano di Alberto e Stefano Valdameri e di Roberto Curtis, che era presieduta da Fabrizio Berlincioni e composta da Ilaria Italia, dal musicista Serafino Tedesi e da Roberta Quartieri, già responsabile del teatro comunale, non ha avuto dubbi nell’assegnare il primo posto a Greta. Al secondo posto si è piazzata una altra giovane inteprete, Giulia Bersani, di Casalpusterlengo, di cui si prospetta un futuro canoro roseo, e al terzo posto Alessia Leordan.

La giuria ha lavorato duramente per stilare la classifica poiché i cantanti in concorso (in tootale nove ragazze e un ragazzo) erano tutti estremamente bravi e fortemente motivati a conquistare il pass per il più famoso festival della canzone italiana,che rappresenta anche una delle migliori vetrine internazionali per i giovani talenti canori.

La manifestazione canora, che era organizzata dall’amministrazione comunale di Casale insieme alla Confartigianato della provincia di Lodi, all’Ascom AssociazioneCommercianti del Basso Lodigiano, alla Pro Loco di Casale, con l’ausilio di diverse attività produttive locali come Anna Josè Parrucchieri, doveva svolgersi nella centrale piazza del Popolo ma le cattive condizioni climatiche hanno convinto gli organizzatori a dirottare l’evento al coperto nel teatro comunale, con un buon successo di partecipazione.

CONDIVIDI